IL SANGUE LIBERTA’

Colpito da pallottola assassina, nel delirio sognai la libertà. Dissi: ” Perchè non torni, madre mia, e accendi il sole della verità? “ Rispose ella, gemendo: ” Quel che vedi di me è soltanto l’ombra di un uccello felice. Giaccio sepolto in terra sconsacrata, sotto un cartello – Proprietà Privata – vergato col mio sangue.